Eiaculazione precoce: cause, sintomi e cura

Sono numerosi gli uomini che soffrono di eiaculazione precoce. Si tratta di un problema molto diffuso del quale, però, può essere difficile parlare. Ecco perché sono tantissimi gli utenti che, desiderosi di trovare una soluzione efficace in tempi rapidi, si documentano sul web. Per aiutarli, abbiamo deciso di dare vita a questo contenuto. Se ti interessa sapere qualcosa di più sul tema, non devi fare altro che proseguire nella lettura di questo articolo. Ricorda sempre che, quando si chiamano in causa problematiche come quella a cui è dedicato questo articolo, il punto di riferimento deve rimanere il medico curante. Lo stesso vale per quanto riguarda l’assunzione di prodotti naturali – p.e. integratori come Vigor Power – che possono comunque provocare allergie e intolleranze.

Quando si parla di eiaculazione precoce, si inquadra la disfunzione sessuale maschile più diffusa. La sua caratteristica principale consiste nell’incapacità, da parte del soggetto che la vive in prima persona, di controllare volontariamente l’eiaculazione1. I tempi di emissione del liquido seminale vengono considerati in relazione alla mutua soddisfazione dei partner nell’ambito di un rapporto intimo2.

Vediamo, nelle prossime righe, quali possono essere le cause dietro all’insorgenza di questa criticità estremamente comune (riguarda, purtroppo, uomini di tutte le età).

Cause dell’eiaculazione precoce

Quando ci si chiede come combattere l’eiaculazione precoce, è fondamentale, per capire qualcosa di più in merito, soffermarsi sulle cause. Queste ultime possono essere di due tipi:

  • Organiche;
  • Psicologiche.
Sotto al primo cappello – parliamo ovviamente di cause dell’eiaculazione precoce che vengono diagnosticate da professionisti come l’urologo – è possibile includere condizioni come la prostatite, le infiammazioni, i problemi di tiroide. Nel novero dei fattori fisici che possono provocare l’eiaculazione precoce è possibile includere anche le anomalie a carico del frenulo.
Cosa dire, invece, in merito alle cause psicologiche? Che in cima alla lista compare l’ansia da prestazione. Un ruolo di spicco quando si parla di fattori che portano all’insorgenza dell’eiaculazione precoce è riservato alla scarsa esperienza tra le lenzuola. Da non dimenticare sono anche le situazioni in cui si ha una vita sessuale piatta3.
coppia triste con uomo che soffre di eiaculazione precoce

Come prevenire l’eiaculazione precoce

Come curare l’eiaculazione precoce? Una strada indubbiamente valida da considerare è quella della prevenzione. Quest’ultima prevede un approccio fortemente personalizzato sulla base delle abitudini e delle condizioni della singola persona. Esistono, però, alcune indicazioni valide a livello generale. Tra queste è possibile chiamare in causa l’importanza di minimizzare l’esposizione a fonti di stress e ansia. Fondamentale è altresì il dialogo con la partner. A volte, infatti, nelle coppie ci sono tanti non detti che possono compromettere la qualità del rapporto, a letto e non solo.

In alcuni casi – che devono ovviamente essere concordati con il medico – alla domanda “Come evitare l’eiaculazione precoce?” è possibile rispondere chiamando in causa la circoncisione. Questa pratica, infatti, può essere presa in considerazione come alternativa per ridurre la sensibilità del glande.

Anche la dieta ha il suo perché! Una strada valida per prevenire l’eiaculazione precoce è quella di integrarla con lo zinco – si possono assumere integratori come Blue Bull, ma anche dare spazio ad alimenti come le uova, il pollame e i latticini – oligoelemento fondamentale per la normalizzazione delle funzioni sessuali maschili. In questo modi si evita di andare in contro ad altre problematiche strettamente annesse come il calo del desiderio.

Esiste un trattamento per l’eiaculazione precoce?

Il problema a cui stiamo dedicando questo articolo è oggettivamente fastidioso. Ecco perché sono tantissimi gli uomini che, ogni giorno, si informano sul web in merito all’esistenza di rimedi per l’eiaculazione precoce. Esiste un trattamento in grado di garantire l’addio a questa criticità? No. Per essere precisi, non esiste una strada valida per tutti e soprattutto non ne esiste solo una. Quando ci si chiede come risolvere l’eiaculazione precoce, è infatti il caso di parlare di strategie integrate.

Queste ultime possono essere caratterizzate, per esempio, dall’utilizzo di preservativi ritardanti. Anche integrare l’alimentazione che si segue con supplementi come XtraSize può rivelarsi un’ottima idea. Nelle righe precedenti abbiamo fatto cenno al ruolo della psiche nell’insorgenza dell’eiaculazione precoce. Nei casi in cui è necessario intervenire da questo punto di vista, una strada che molti esperti consigliano è quella della terapia cognitivo comportamentale. Questo orientamento, che negli ultimi anni ha guadagnato solidi consensi scientifici anche per la rapidità con cui permette di ottenere risultati, consente sia di lavorare sulle cause dell’ansia, sia di normalizzare le percezioni corporee.

Non è raro che il terapeuta che viene contattato da un uomo che vuole risolvere il problema dell’eiaculazione precoce chieda anche il coinvolgimento della partner in alcune sedute.

Fino ad ora non abbiamo nominato i farmaci nell’ambito delle cure contro l’eiaculazione precoce, e non a caso. Il dibattito scientifico in merito all’efficacia delle terapie farmacologiche contro il problema a cui stiamo dedicando questo articolo è ancora aperto e vivace. Sono infatti numerosi gli esperti che hanno assunto una posizione critica verso i farmaci contro l’eiaculazione precoce. Il motivo è legato al fatto che, a loro dire, non ci sarebbero evidenze in merito all’efficacia sul lungo termine.

Come hai appena avuto modo di vedere, non esiste un trattamento valido a livello generale contro l’eiaculazione precoce. Rivolgersi a un sessuologo esperto è la soluzione migliore per trovare la strada, customizzata, più adatta per le proprie esigenze.

Integratori per l’eiaculazione precoce

In queste righe, abbiamo nominato più volte gli integratori per prevenire i problemi di eiaculazione. In commercio esistono diversi prodotti di questo tipo. Da Eretron Aktiv a Potencialex, c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Nel momento in cui si decide di iniziare ad assumerli, è il caso di contattare il medico curante mostrando il bugiardino. In questo modo, si ha la certezza di non assumere ingredienti in grado di provocare reazioni allergiche.

Inoltre, non bisogna mai dimenticare il ruolo dello stile di vita. Se non si fa attenzione allo stress e non ci si occupa del proprio benessere curando l’alimentazione e l’attività fisica, non sarà certo un integratore a cambiare le cose. Questi prodotti, come ripetiamo più volte nel corso del nostri articoli, non sono bacchette magiche!

Maria Bravo medico dietologo nutrizionista
Maria Bravo

Maria Bravo, Dottoressa in Nutrizione e specializzata in cure naturali e integratori naturali. Da sempre si impegna nel divulgare la prevenzione ed è fermamente convinta che la guarigione parte dalla totale consapevolezza del proprio corpo. Studia, applica e scrive su diete, nutrizione, dimagrimento, sessualità, bellezza, salute, patologie varie.. e molto altro! Scopri la biografia completa di Maria Bravo.

Bibliografia

  1. Waldinger, Marcel D. "Premature ejaculation." Drugs 67.4 (2007): 547-568.
  2. Symonds, T., et al. "How does premature ejaculation impact a man’s life?." Journal of Sex &Marital Therapy 29.5 (2003): 361-370.
  3. Waldinger, Marcel D. "The neurobiological approach to premature ejaculation." The Journal of urology 168.6 (2002): 2359-2367.

Lascia un commento