Tè verde: proprietà e benefici per il nostro organismo

Sulle pagine di questo sito ci siamo soffermati su numerosi regali che la natura ci fa e che ci permettono di stare meglio. Adesso è arrivato il momento di parlare di uno tra i più popolari, ossia il tè verde. Famoso in tutto il mondo e chiamato in causa molto spesso, ha caratteristiche e benefici che vale la pena approfondire. Se ti stai chiedendo se l’assunzione di tè verde fa dimagrire e, in generale, quali sono i suoi benefici, non devi fare altro che proseguire nella lettura di questo articolo.

Prima di scoprirlo ricorda sempre che, nel momento in cui si punta al benessere e alla forma fisica, lo stile di vita deve essere considerato il primo pilastro. Inutile è puntar tutto sul tè verde per dimagrire se alla base non c’è un’alimentazione sana ed equilibrata e se non si fa attenzione all’attività fisica.

Ti ricordiamo altresì che prima di assumere prodotti caratterizzati dalla presenza, tra gli ingredienti, della bevanda a cui stiamo dedicando questo articolo – uno dei più famosi è Reduslim – è bene consultare il medico curante mostrandogli l’elenco degli ingredienti, così da evitare a assumerne di potenzialmente in grado di provocare reazioni allergiche.

Cos’è il tè verde? Quando lo si chiama in causa, si inquadra la bevanda frutto dell’infusione delle foglie della pianta nota con il nome di Camellia sinensis. Quest’ultima è coltivata da tempo immemore in Paesi dell’Oriente come la Cina, il Giappone e L’India. Nel momento in cui la si chiama in causa, è necessario ricordare che, nel corso del tempo, è diventata realtà anche in Africa meridionale e in sud America. 

Parlare di tè verde significa chiamare in causa anche il fatto che, nel momento in cui la pianta da cui deriva cresce allo stato selvatico, può raggiungere anche i 2 metri di altezza. 

Entrando nel vivo delle peculiarità produttive facciamo presente che le foglie della Camellia sinensis vengono sottoposte a un processo di stabilizzazione finalizzato a tenere sotto controllo la deriva ossidativa. In virtù di questa procedura, si ha a che fare, una volta che il tè è pronto, con foglie di colore verde vivo. Ricordiamo infine che la bevanda attorno alla quale ruotano queste righe non è sottoposta a processi di fermentazione. 

Benefici del tè verde

Quali sono i benefici del tè verde cinese? Il principale da ricordare riguarda la presenza di una notevole quantità di polifenoli, composti naturali dalla forte efficacia antiossidante. Quando li si chiama in causa, è doveroso ricordare l’esistenza di uno particolarmente celebre. Si tratta dell’epigallocatechina gallato, polifenolo noto anche con la sigla EGCG.

Grazie ai polifenoli e alle catechine, la bevanda a cui è dedicato questo articolo è considerata un prezioso elisir per quanto riguarda la prevenzione dei tumori. Se si ha intenzione di dare un boost speciale al benessere assumendo una notevole quantità di antiossidanti, una buona idea prevede il fatto di dare spazio al mix tè verde e limone.

 Le proprietà del tè verde non finiscono certo qui! Da non dimenticare, infatti, è anche la sua capacità di favorire un aumento del benessere a livello cardiovascolare. Entrando nel dettaglio di questo beneficio facciamo presente che, grazie ai suoi attivi naturali, il tè verde è in grado di prevenire la formazione di coaguli, ma anche di tenere sotto controllo la quantità di colesterolo nel sangue, prevenendo l’ossidazione dello stesso1.

 

Il tè verde fa dimagrire?

In virtù del successo commerciale di prodotti naturali che lo vedono protagonista – tra i più celebri è possibile chiamare in causa Ideal Slim e Burn Extreme – è naturale chiedersi se il tè verde fa dimagrire. La risposta è… no, almeno non da solo. Non ci stancheremo mai di ricordare che l’assunzione di queste bevande speciali – ma anche di prodotti naturali per il controllo del peso che le vedono tra gli ingredienti, come per esempio Kanabialica e Matcha Slim – deve essere accompagnata da un’attenzione costante all’alimentazione sana e all’attività fisica. Senza, infatti, non si va da nessuna parte. Chiarito questo importantissimo punto, possiamo entrare nel vivo degli effetti che gli attivi del tè verde hanno sul peso corporeo.

In primo luogo è fondamentale chiamare in causa la loro capacità di accelerare il metabolismo dei grassi e degli zuccheri, con ovvi effetti positivi sul calo ponderale o sul mantenimento del peso forma. Oltre a poter definire il tè verde un brucia grassi – non a caso, è contenuto in numerosi integratori bruciagrassi finalizzati a ottimizzare lo smaltimento dei lipidi – è bene chiamare in causa la sua capacità di tenere sotto controllo il problema della ritenzione idrica. 

Quando si parla di estratto di tè verde, è altresì doveroso chiamare in causa la sua efficacia termogenica, che lo rende un ottimo alleato per dare un boost al dispendio calorico basale.

L’effetto energizzante del tè verde

Quando si parla del tè verde, è necessario chiamare in causa non solo la sua presenza nell’ambito di integratori naturali da abbinare a una dieta e di prodotti per bruciare il grasso addominale. Essenziale, infatti, è sottolineare anche la sua efficacia energizzante. In questo caso, bisogna dire grazie alla teina. Forse non tutti sanno che, a livello scientifico, questo termine viene utilizzato come sinonimo di caffeina. L’unica differenza è legata al fatto che, invece di essere presente nel caffè, la possiamo trovare nel tè. In virtù di questo aspetto, se si tende a soffrire di insonnia è il caso di evitare di assumere il tè verde in ore serali.

Tè verde o tè nero?

Meglio il tè verde o il tè nero? Quali sono le differenze? Sono tantissime le persone che si pongono domande in merito. In merito agli aspetti differenzianti ricordiamo che, quando si chiama in causa il primo, si inquadra una bevanda che ha origine dalla Cina. Il tè nero, invece, è tipico di Paesi come l’India e lo Sri Lanka. Inoltre, a differenza della bevanda a cui stiamo dedicando queste pagine ha foglie che sono state sottoposte a un processo di fermentazione a seguito della raccolta.

Un’altra differenza importante riguarda il contenuto più alto di teina nel tè nero. Non c’è una bevanda migliore dell’altra. Tutto dipende dalle proprie esigenze. Quello che conta è scegliere soluzioni di qualità. Se si parla di integratori, è il caso di focalizzarsi verso prodotti 100% naturali come Keto Slim Fit e Slim 4 Vit. Nel momento in cui si ha a che fare con la bevanda vera e propria, invece, è opportuno informarsi in merito alla sua provenienza da filiere biologiche. 

donna snella che ha assunto tè verde per dimagrire

Controindicazioni

Le controindicazioni all’assunzione del tè verde sono diverse. Tra queste è possibile citare la tendenza a soffrire d’insonnia – alla luce di ciò, se lo si beve è il caso di non prenderlo dopo le 18.00 – ma anche l’acidità di stomaco. Da non dimenticare è anche l’importanza di evitarlo in caso di problemi di ipertensione. Ricordiamo altresì che, prima di cominciare ad assumerlo come bevanda o a prendere integratori naturali come Cellinea ed Enerblast, prodotti di altissima qualità, è il caso di consultare il medico di fiducia.

Maria Bravo medico dietologo nutrizionista
Maria Bravo

Maria Bravo, Dottoressa in Nutrizione e specializzata in cure naturali e integratori naturali. Da sempre si impegna nel divulgare la prevenzione ed è fermamente convinta che la guarigione parte dalla totale consapevolezza del proprio corpo. Studia, applica e scrive su diete, nutrizione, dimagrimento, sessualità, bellezza, salute, patologie varie.. e molto altro! Scopri la biografia completa di Maria Bravo.

Bibliografia

  1. Musial C, Kuban-Jankowska A, Gorska-Ponikowska M. Beneficial Properties of Green Tea Catechins. Int J Mol Sci. 2020 Mar 4;21(5):1744. doi: 10.3390/ijms21051744. PMID: 32143309; PMCID: PMC7084675.

Lascia un commento